Giovanni Battista Ciolina

(Toceno (Verbania) 1870 - 1955)

Allievo di Enrico Cavalli alla Scuola Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore in Val Vigezzo insieme al conterraneo Carlo Fornara, Giovanni Battista Ciolina compie con l’amico e collega un viaggio a Lione fra il 1895 e il 1896, al fine di studiare i grandi maestri e aggiornarsi sulle novità della pittura d’oltralpe. Al ritorno in Italia si volge al Divisionismo, applicando la nuova tecnica sull’esempio di Giovanni Segantini. Dopo l’esordio alla Triennale di Brera nel 1897, partecipa a numerose mostre in Italia e all’estero, per approdare nel 1907 alla Biennale di Venezia. Residente a Milano fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, si ritira poi in Val Vigezzo, dove continua a riprodurre i paesaggi natii con un colore intenso e luminoso utilizzando alternativamente la scomposizione cromatica e il tradizionale impasto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Nella collezione